Controllo di Gestione

Dopo tanti rinvii, il 15 luglio 2022 sono entrate in vigore le nuove norme sulla Crisi d’Impresa previste dal Dlgs 14/2019 e modificate dall’ultimo decreto legislativo che ha recepito la direttiva Insolvency e inserito all’interno del Codice della Crisi anche le norme del Dlgs 118/2021, fra cui la nuova procedura di Composizione Negoziata partita il 15 novembre 2021.Le nuove regole si applicano alle procedure avviate a partire dal 15 luglio 2022, mentre quelle in corso continueranno a seguire le norme della Legge Fallimentare.
La Riforma della Crisi ha stravolto e stravolgerà sempre più, nel prossimo futuro, il panorama imprenditoriale italiano anche per le Aziende che pensano di non aver bisogno del Controllo di Gestione.
Il bilancio non può essere un metro di valutazione oggettivo ed utile per guidare da solo l’Azienda nel futuro. L’Imprenditore non deve misurare i numeri ma le azioni che determinano i numeri.
Il Controllo di Gestione è la consulenza che fa conoscere agli Amministratori il nuovo Codice della Crisi che è uno strumento che fa emergere la crisi prima che si manifesti nei numeri di bilancio, al fine di rendere sempre possibile il Risanamento Aziendale e soprattutto garantire la Continuità Aziendale.
Per gli Amministratori è importante capire l’art. 2086 comma 2 in vigore dal marzo 2019 che impone agli Imprenditori di dotare l’Azienda di Adeguati Assetti Organizzativi, Amministrativi e Contabili al fine di intercettare gli indizi di Crisi. La mancanza di questi Assetti provocherà una responsabilità diretta dell’Amministratore (anche penale) rispetto ai debiti.
In sostanza, l’obbligo è quello di gestire bene l’Azienda, usando al meglio tutti gli strumenti scientifici ed istituzionali.

da destra: il fondatore dello Studio, dr. Gianpaolo Castelli e il figlio dr. Andrea Castelli, con i soci, il dr. Guglielmo Oliverio e il dr. Carmelo Baretti.

Highlights Partner 24ore

15 giugno 2023

Le 5 cose da sapere su cosa implementare per dotarsi di un adeguato assetto organizzativo, amministrativo e gestionale.

L’assenza degli adeguati assetti fa scattare la revoca dell’amministratore

Febbraio 2021

Amministratori che non adeguano gli assetti societari revocabili dal Tribunale

Luglio 2023

Vietato copiare testo e immagini. Tutti i diritti sono riservati.